Con l’approvazione odierna in Giunta del Programma di attuazione proposto dall’assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia ha preso il via la seconda fase di ‘Garanzia Giovani’ che mette a disposizione 77 milioni di euro per iniziative rivolte ai Neet, i giovani che non studiano e non lavorano. “Tre milioni e 500 mila euro di queste risorse – spiega l’assessore alle Politiche per la famiglia, Genitorialità e Pari opportunità, Silvia Piani, che ha concertato l’iniziativa – saranno destinati al Servizio civile che, insieme alla Leva civica regionale, rappresentano strumenti utili per dare nuove opportunità ai ragazzi lombardi, con vantaggi anche in termini di servizi erogati alle comunità dove sono inseriti. Confermo il mio impegno, insieme a quello della Giunta, a renderla una modalità di esperienza e di servizio permanenti”. “L’iniziativa – aggiunge l’assessore Piani – si unisce a quella della Leva civica volontaria regionale che a luglio ha messo a disposizione quasi 1,5 milioni di euro per 344 giovani, di eta’ compresa tra i 18 e i 28 anni, che andranno a operare in 138 strutture lombarde per servire quelle comunita’. Per questi giovani abbiamo previsto un’indennità di 433,80 euro mensili per il periodo di svolgimento, che va dal 1° ottobre 2018 al 1° ottobre 2019”. “Rinnovo il mio ringraziamento – conclude Silvia Piani – a enti, associazioni, cooperative, Comuni, Unioni dei Comuni, Comunità’ montane, Anci Lombardia, fondazioni, organizzazioni, scuole e ai tanti altri soggetti che hanno messo a disposizione le loro progettualità e le sedi per attuare l’iniziativa”.

close

Non perderti la nostra nuova offerta!

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]