Per l’agricoltura di montagna la regione ha cambiato passo

Risorse economiche, ma anche più attenzione in fase di pianificazione del prossimo Psr. E poi valorizzazione della filiera bosco-legna e assegnazione delle malghe alla gente di montagna. Questi i passaggi principali dell’intervento di Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia, che, questo pomeriggio, ha partecipato alla Commissione speciale Montagna del Consiglio regionale lombardo. “La Regione Lombardia ha cambiato passo – ha spiegato Rolfi -: aiutare gli eroici agricoltori di montagna per noi e’ una priorita’. Non solo a parole, lo stiamo dimostrando con i fatti. Anche grazie all’agricoltura, vogliamo bloccare lo spopolamento di un territorio che ha subito un forte abbandono”. “Per supportare le attività imprenditoriali agricole di montagna abbiamo destinato alle comunità montane 6,2 milioni di euro in tre anni – ha ricordato l’assessore -. Altri 19 milioni, 9 dati lo scorso anno e 10 a bando per il 2019, sono destinati per la realizzazione di nuove strade e il miglioramento dei tracciati esistenti. Spesso infatti il problema logistico e’ invalicabile per chi vuole fare agricoltura ad alta quota”. “Per sostenere le azioni di salvaguardia e valorizzazione delle risorse forestali e dei territori montani attraverso il mantenimento e il miglioramento dei boschi lombardi abbiamo ripartito tra le Comunita’ Montane 5 milioni di euro – ha aggiunto -, a cui si sommano altri 2,5 milioni destinati ai Consorzi forestali per interventi di manutenzione diffusa delle aree silvo-pastorali. Il nostro obiettivo è rafforzare la filiera bosco legna: i boschi sono un patrimonio che dobbiamo valorizzare al meglio per consolidare economie locali vitali per le aree montane. Anche per questo ho riattivato il ‘Patto per la filiera bosco legno, sottoscritto dai rappresentati degli Enti e dei portatori di interesse della filiera produttiva nel dicembre 2010 e da alcuni anni non più convocato”. “Sulle malghe ci saranno a breve novita’ importanti – ha annunciato il responsabile dell’agricoltura lombarda -. Oltre ad aver assegnato 6 milioni di euro per finanziare interventi sulle malghe di proprietà pubblica, funzionali all’esercizio dell’attività d’alpeggio, ho intenzione di portare in Giunta nelle prossime settimane le nuove linee guida sulla assegnazione”. “L’alpeggio e’ fondamentale per l’economia lombarda, per la gestione del territorio e per la valorizzazione sociale e culturale della montagna – ha concluso Rolfi -. Per questo intendo premiare i Comuni che non assegnano la gestione delle malghe solo basandosi su termini economici, ma danno precedenza alla gente di montagna, aziende locali e giovani del territorio”.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net