ASST del Garda tornerà a gestire direttamente la riabilitazione di Leno

Dal 1 gennaio 2019 ASST del Garda tornerà a gestire direttamente l’Unità Operativa Riabilitazione di Leno riconducendo in capo a sé l’accreditamento dell’attività sanitaria, nelle more della nuova gara che sarà bandita per l’affidamento del servizio. Questa decisione si è resa necessaria al fine di garantire la continuità del servizio pubblico in quanto l’unica offerta pervenuta, a seguito della gara indetta lo scorso mese di marzo finalizzata alla concessione della riabilitazione già in sperimentazione gestionale pubblico/privato dal 2005, è stata giudicata non ammissibile dalla Commissione Giudicatrice. ASST del Garda provvederà quindi ad avviare nel corso del prossimo anno una seconda procedura di gara per l’affidamento all’esterno dell’attività. Nel frattempo, per garantire il servizio e vista l’attuale impossibilità di farvi fronte con risorse interne, verranno messe in atto una serie di azioni secondo il seguente crono programma. Entro la fine della settimana in corso: verrà deliberato l’avvio della procedura negoziata d’urgenza, senza bando, espletata ai sensi dell’art. 63, comma 2, lett. c) del Codice degli Appalti, finalizzata all’affidamento del servizio di assistenza medica ed infermieristica per la durata di 12 mesi verrà pubblicato sulla piattaforma telematica Sintel e sul sito aziendale (www.asst-garda.it) l’apposito avviso esplorativo per manifestazione di interesse finalizzato all’individuazione di Operatori Economici idonei da consultare per la fornitura del personale necessario. Entro la fine di novembre verranno individuati gli Operatori da invitare alla partecipazione alla procedura ed, in considerazione dell’urgenza, il termine di ricezione delle offerte sarà definito in 10 giorni. Entro la metà di dicembre verrà approvato l’esito della procedura. Al fine di promuovere la stabilità occupazionale nel rispetto dei principi dell’Unione Europea, e ferma restando la necessaria armonizzazione con l’organizzazione dell’operatore economico subentrante e con le esigenze tecnico-organizzative e di manodopera previste nel nuovo contratto, l’aggiudicatario sarà tenuto ad assorbire prioritariamente nel proprio organico il personale già operante presso il Gestore uscente, come previsto dall’articolo 50 del Codice, garantendo l’applicazione dei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Guarda SeinTv!

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]