Approvata dalla giunta regionale della Lombardia, su proposta dell’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro Melania Rizzoli, la delibera che rifinanzia con 7 milioni di euro ‘Lombardia Plus’, misura introdotta per sostenere percorsi per profili professionali che rappresentano eccellenze regionali e per i quali non esiste un’offerta formativa corrispondente nel sistema nazionale di istruzione e formazione professionale. “Sebbene il sistema di istruzione e formazione di Regione Lombardia abbia una solida offerta formativa, riconoscibile ed efficace – ha spiegato l’assessore Rizzoli -, c’è sempre la necessità di aggiornarla e adeguarla prontamente alle esigenze di famiglie ed imprese di fronte alla rapidità con cui cambia il mercato del lavoro”.
“Con questa nuova edizione di ‘Lombardia Plus’ – ha proseguito, entrando nel merito del provvedimento – ci siamo concentrati sul duplice obiettivo di valorizzare le competenze della grande tradizione culturale lombarda e consentire alle persone che hanno diplomi o qualifiche difficilmente utilizzabili di re-inserirsi in un mondo in rapida evoluzione”. La misura è articolata in due filoni: la linea ‘Cultura’ e la linea ‘Smart’. La linea ‘Cultura’ ha l’obiettivo di coniugare la più alta tradizione culturale lombarda con la sua possibile declinazione in ‘imprese creative’, che creano valore proprio attraverso la creatività e l’ingegno umano. La linea sostiene la formazione di mestieri della tradizione, per cui la Lombardia è celebre in tutto il mondo: nella valorizzazione del patrimonio culturale, nello spettacolo, nell’artigianato artistico, settori che devono essere promossi e tutelati, che rappresentano importanti aree di sviluppo e occasione per una occupazione di qualità. Questa linea sarà finanziata con 5 milioni di euro, ed è destinata a disoccupati fra i 16 e i 29 anni di età; sosterrà progetti di una durata massima di due anni, dal costo fra i 100mila e i 400mila euro, per la valorizzazione del patrimonio culturale, dello spettacolo, dei mestieri tradizionali lombardi, dell’artigianato artistico, eccellenze oggetto di processi di innovazione e digitalizzazione, nonché bacini occupazionali promettenti e in espansione. La linea ‘Smart’ promuove percorsi capaci di rispondere in modo puntuale alle richieste delle imprese più dinamiche, per formare nuove professionalità con competenze emergenti e cogliere le opportunità offerte dai processi di innovazione e digitalizzazione anche da parte delle persone più distanti dal mercato del lavoro e con titoli meno spendibili. La Linea ‘Smart’, riguarderà percorsi di specializzazione e formazione permanente di almeno 40 ore, fortemente orientati all’inserimento lavorativo e all’innovazione tecnologica: è destinata a persone disoccupate fra i 16 e i 35 anni di età, e finanzierà, con 2 milioni di euro, progetti fra i 40.000 e i
100.000 euro di costo. Le principali novità di questa edizione di Lombardia Plus riguardano un deciso orientamento alla promozione della Lombardia creativa delle professioni negli ambiti di cultura e spettacolo; una forte semplificazione degli adempimenti amministrativi per gli operatori, con l’utilizzo delle unità di costo standard; una maggiore flessibilità dei percorsi per permettere una rapida risposta ai bisogni dalle imprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]