La Camera di Commercio di Brescia premia le tesi di studentesse laureate in materie tecnico-scientifiche

Con l’obiettivo di incentivare lo sviluppo e la qualificazione della presenza femminile nel mondo del lavoro, dell’impresa e, più in generale, nella società, la Camera di Commercio di Brescia, su iniziativa del Comitato per l’Imprenditorialità Femminile, ha premiato quattro giovani laureate presso l’Università degli Studi di Brescia, a seguito dell’emanazione di uno specifico bando. In questa edizione si è ritenuto di rivolgere la selezione a tesi di laurea riguardanti alcuni ambiti particolarmente rilevanti e innovativi nel contesto economico e produttivo della provincia di Brescia, ovvero: produzione e consumo del cibo di qualità; promozione della salute e dello sviluppo sostenibile dell’economia, del territorio e del patrimonio – artistico e culturale italiano;

  • tematiche inerenti al progetto di Ateneo Agrofood Lab. I premi sono stati consegnati, in occasione della seduta del Consiglio Camerale, riunitosi per l’approvazione del Bilancio Preventivo 2019, dal Presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Ambrosi, dal Rettore dell’Università degli Studi, Maurizio Tira e dalla Presidente del Comitato dell’Imprenditoria, Francesca Porteri. L’iniziativa ha preso avvio con il bando, finanziato dalla Camera di Commercio, che prevedeva l’assegnazione di 3 premi di laurea, per l’importo di 2.500, 1.500 euro e di 1.000 euro, oltre ad una menzione speciale. “Il bando – è il commento del Presidente dell’Ente camerale, Giuseppe Ambrosi – ha inteso particolarmente valorizzare le tesi svolte in materie tecnico-scientifiche. Il premio della Camera di Commercio vuole quindi dare adeguato risalto e giusta risonanza ai brillanti risultati che le studentesse stanno sempre più raggiungendo in tale ambito”.
    I premi della Camera di Commercio, destinati a donne di età non superiore ai 35 anni, che hanno conseguito una laurea triennale, una laurea magistrale o una laurea a ciclo unico, con un voto non inferiore a 100, nell’anno accademico 2016/2017, sono andati a: – Valentina Cornelio, 1° classificata, con un punteggio di 95/100, per la tesi: “Effetti dell’esposizione alla micotossina gliotossina in tricoderma SPP” (Corso di Laurea in Biotecnologie c/o Dipartimento di Medicina Molecolare e Traslazionale); – Maddalena Troletti, 2° classificata, con un punteggio di 93/100, per la tesi: “Edutainment e statistica nel turismo culturale: un caso di studio in Valle Camonica, la valle dei segni” (Corso di Laurea magistrale in Management c/o Dipartimento di Economia e Management) Sara Bosio, 3° classificata, con un punteggio di 90/100, per la tesi: “Valutazione delle variazioni delle abitudini alimentari e dello stile di vita in pazienti affette da neoplasia mammaria in terapia adiuvante: impatto della disgeusia” (Corso di laurea in Dietistica c/o Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali). La menzione speciale, con un premio di 500 euro, è andata a Laura Martinelli, con un punteggio di 88/100 per la tesi: “L’efficacia della comunicazione enoturistica: la realtà delle cantine franciacortine” (corso di Laurea in Economia e Gestione Aziendale c/o Dipartimento di Economia e Management).
    Approvato il Bilancio Preventivo 2019
    Il Consiglio della Camera di Commercio di Brescia, nella riunione di lunedì 17 dicembre 2018, ha approvato all’unanimità il Bilancio Preventivo per l’anno 2019. Il Budget 2019 evidenzia, sul fronte delle entrate correnti, un introito pari a 22,5 mil./€, in gran parte ascrivibile alle entrate derivanti dal diritto annuale (70%) e ai diritti di segreteria (28,8%), a riprova del fatto che l’Ente camerale è del tutto autonomo dal punto di vista del reperimento delle dotazioni finanziarie e non si avvale, di fatto, di nessun’altra significativa fonte di finanziamento o trasferimento statale. Le spese correnti ammontano a 26,5 mil./€, per il 49,9% destinate alla promozione economica, per il 22,2% al personale e per l’11,4% al funzionamento. Particolare impegno è rivolto alla promozione economica delle imprese e del territorio, anche mediante l’utilizzo di circa 4 mil./€ derivanti dagli avanzi patrimoniali accantonati negli anni precedenti. In particolare, per l’anno 2019 le risorse camerali destinate alla promozione economica delle imprese e del territorio bresciano ammontano a 13,2 mil./€, con un significativo incremento rispetto ai 10,8 mil./€ stanziati nel 2018. Tali risorse verranno principalmente destinate a supportare le PMI per favorire l’accesso al credito, per la promozione del territorio e per l’internazionalizzazione. Sul tema dell’innovazione continua l’impegno camerale per accompagnare le imprese nel percorso di sviluppo della propria dimensione digitale, con percorsi informativi, formativi, consulenziali e di investimento su tema dell’impresa digitale 4.0. Confermato anche l’impegno per facilitare la connessione tra mondo dell’impresa e sistema scolastico, al fine di favorire la formazione professionale e l’alternanza scuola-lavoro. “Il bilancio preventivo 2019 – è il commento del Presidente dell’Ente camerale bresciano, Giuseppe Ambrosi – vede un rinnovato e significativo impegno sul fronte del credito alla PMI dove, proprio grazie ad un intervento della Camera di Commercio di Brescia presso i competenti organi ministeriali, è stato possibile sbloccare una situazione che vedeva le Camere di Commercio, di fatto, impossibilitate a postare in bilancio specifiche risorse in proposito. E’ altresì rilevante l’intervento in tema di formazione ed innovazione, altri ambiti decisivi per lo sviluppo della nostra economia nel prossimo futuro, nei quali, a seguito della riforma del 2016, le Camere di Commercio stanno giocando un ruolo sempre più importante”. La Camera di Commercio di Brescia – aggiunge il Segretario Generale Massimo Ziletti – come testimonia il confronto con le altre consorelle del cluster di riferimento – ossia quelle con più di 80.000 imprese iscritte al Registro Imprese – vanta una tra le migliori performance in tema utilizzo delle proprie risorse finanziarie a favore delle imprese e del sistema economico territoriale. L’incidenza del valore degli interventi economici sugli oneri correnti si attesta infatti al 30,8%, contro una media nazionale del cluster pari al 18,8% (dato riferito all’anno 2017), mentre l’incidenza degli oneri di funzionamento, accantonamento e ammortamento si assesta al 28,3% contro il 40,4% del cluster. Da evidenziare infine che gli interventi camerali di sostegno all’economia provinciale, tra interventi promozionali ed investimenti, consentiranno nel 2019 di “restituire” – in termini di azioni e progetti di sostegno e di promozione delle imprese e del territorio – un valore medio di circa 146,65 euro per ogni impresa iscritta al Registro Imprese della Camera di Brescia, a fronte di un diritto annuale medio versato di 114,11 euro.
Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net

COMPRO, VENDO, CERCO, SCAMBIO