Il Governo sblocca l’80% dei fondi per il TPL

Con riferimento alle notizie di Stampa riguardanti lo sblocco governativo della disponibilità di 52 milioni di euro da destinare alla Regione Lombardia per il Trasporto pubblico, si rende necessaria una doverosa precisazione. «Evidentemente lo sblocco è un fatto positivo – commenta il Presidente dell’Agenzia del TPL di Brescia Claudio Bragaglio – come peraltro rilevato anche dall’Assessore regionale Claudia Maria Terzi. Ma, al tempo stesso esso è del tutto usuale ed è stato praticato anche negli anni precedenti. Tale sblocco, inteso come anticipazione dell’ottanta per cento del contributo annuale del Fondo Nazionale Trasporti (FNT), rende infatti possibile corrispondere alle Agenzie e quindi alle Aziende le risorse necessarie per dare continuità all’attività del trasporto pubblico. Ma, al tempo stesso, va precisato che, per quanto ci riguarda, rimane irrisolto per Brescia il nodo della copertura dei costi da sostenere per il TPL su cui, in modo particolarmente preoccupato, abbiamo richiamato l’attenzione in questi giorni. Infatti – prosegue il Presidente Bragaglio – le somme mancanti al nostro Bilancio, evidenziate anche nelle recenti conferenze stampa del CDA dell’Agenzia, corrispondono a circa 5,5 milioni di euro. Tale importo è dato dalla somma della possibile decurtazione di una parte del FNT, dalla mancata conferma, almeno fino ad ora, del contributo per la montagna e per le zone a bassa densità, oltre che dalle minori disponibilità finanziarie della Provincia di Brescia. A cui vanno aggiunti i criteri penalizzanti per Brescia nell’assegnazione dei fabbisogni e che dovrebbero essere modificati in base all’ordine del giorno unanimemente approvato a fine dicembre 2018 dal Consiglio regionale. Le quote di contributo citate rimangono, quindi, totalmente scoperte e in grande parte la loro copertura è subordinata al recupero di 2 miliardi di euro, entro la fine del prossimo mese di luglio, connesso alla ipotizzata rilevante vendita di patrimonio immobiliare dello Stato. Ma ad oggi tale operazione viene considerata difficilmente praticabile. Non a caso infatti è stata formalmente chiesta da Stefano Bonaccini, Presidente della Conferenza Stato–Regioni, una urgente riunione della Conferenza stessa con il Governo per affrontare tale problematica inerente ad una disposizione prevista dalla Legge di Bilancio».

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net

COMPRO, VENDO, CERCO, SCAMBIO