TAV: analisi costi benefici utile

Alle imprese italiane, per recuperare competitività sui mercati continentali serve trasportare merci a costi inferiori rispetto a quelli attuali del trasporto su TIR. La sola realizzazione del Tunnel del Frejus aumenta la capacità di trasporto ma non ne aumenta il suo utilizzo se i costi ferroviari restano superiori del 30%. Per non buttare in “caciara” il dibattito aperto con la presentazione dell’Analisi Costi Benefici del prof. Marco Ponti e dei suoi colleghi e stemperare i toni del dibattito da tifoserie pro o contro la TAV Torino Lione c’è ricordare che conviviamo con una trentennale gestione inefficiente e deficitaria di Trenitalia Cargo. Gestione che oltre che essere pessima nel settore merci e pendolari italiani sta diventando preoccupante anche sulla rete ad Alta velocità visto che un treno su due arriva con 10 minuti in ritardo, un buon 20% tra i 30 e i 50 minuti. Con i costi che superano i benefici di 7-8 miliardi gli italiani non hanno più alibi. Ora conoscono i termini del problema e che il rilancio ferroviario sta nella gestione efficiente di gran arte dei 16.000 km di rete nazionale. Il resto sono scorciatoie,costosissime.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Guarda SeinTv!

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]