Si chiama Aria S.p.A., acronimo di Azienda Regionale per l’Innovazione e per gli Acquisti, la società che in un’ottica di razionalizzazione della spesa e di ottimizzazione delle risorse ingloba tre società di Regione Lombardia: entro luglio ARCA (Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A.) e Lispa (Lombardia Informatica S.p.A), alle quali si aggiungerà Ilspa (Infrastrutture Lombarde S.p.A.) nel 2020. La nuova società, a capitale integralmente pubblico, è stata presentata dall’assessore al Bilancio, Finanza e Semplificazione della Regione Lombardia Davide Caparini nella conferenza stampa del dopo giunta insieme al presidente Attilio Fontana oggi ospitata a Palazzo Bagatti Valsecchi, in pieno centro a Milano. “E’ un processo di razionalizzazione, di semplificazione e di miglioramento organizzativo – ha commentato Caparini – per portare economie dei costi immediate, quasi 4 milioni di euro all’anno e soprattutto consentirà di migliorare la qualità degli acquisti di beni e servizi della Regione Lombardia con risparmi quantificabili in 1,9 miliardi di euro nei prossimi tre anni su un totale di gare d’acquisto per 9 miliardi l’anno”. Nel corso della conferenza stampa è stata illustrata la pubblicazione delle ‘due diligence’ delle società Ilspa e Lispa, in cui sono evidenziati punti di forza e aree di miglioramento, opportunità e criticità, oltre a indicare le linee guida del piano di riposizionamento. Il progetto di legge che introduce questo innovativo cambiamento nella gestione è in discussione in Prima Commissione del Consiglio regionale, giovedì 7 marzo è prevista l’audizione dei direttori generali delle due società. Le slide su questo argomento presentate in conferenza stampa sono disponibili nella photogallery pubblicata sul sito di Regione Lombardia a questo link: http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/lombardia- notizie/DettaglioNews/2019/03+-+marzo/04+-+10/bilancio-aria-nuova-centrale-acquisti-regione-caparini “La fusione di Lispa e Arca in un’unica centrale per l’acquisto di beni e servizi – ha sottolineato l’assessore Caparini – è un caso assolutamente unico nel Paese e si colloca tra le più importanti realtà in Italia”. “La società sarà centrale di acquisti non solo per la Regione Lombardia – ha spiegato l’assessore Caprini – ma anche degli Enti locali e, come avviene già oggi attraverso specifiche convenzioni, anche per altre Regioni: la qualità delle procedure e i metodi adottati da Regione Lombardia sono apprezzati anche fuori dai nostri confini regionali e quindi saremo di supporto a tutti, indistintamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]