Volontariato: approvato piano sostegno 2019

La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità, ha approvato il ‘Piano operativo 2019’ con gli obiettivi, le linee strategiche e le aree prioritarie di intervento per il volontariato lombardo. Previsto un finanziamento di 3.521.440 euro del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per sostenere progetti del ‘Terzo settore’.

Le domande dovranno essere presentate su piattaforma Siage-bandi on line dal 15 maggio fino al 1 luglio 2019. “Stiamo compiendo un passaggio molto importante – ha spiegato l’assessore – verso la riforma del ‘Terzo settore’ lombardo per accompagnare l’adeguamento degli statuti e il sostegno alle attività degli enti di volontariato”. “Otto le priorità strategiche – ha aggiunto – individuate in collaborazione con il Tavolo del Terzo settore, riprendendole, attraverso Csv Net Lombardia e Forum lombardo del Terzo settore, dall’Agenda Onu 2030 sullo sviluppo sostenibile e dagli indirizzi ministeriali: consolidamento delle reti; coinvolgimento dei giovani; sensibilizzazione e contrasto dei processi discriminatori; partecipazione e cittadinanza attiva; mutuo aiuto tra famiglie e reti familiari; progetti di utilità sociale attivati dai Comuni; formazione dei volontari con attenzione alla sicurezza (in ambito regionale); accompagnamento e recupero autonomia soggetti con problemi di salute mentale”. Sono previsti contributi per realizzare tre tipi di progetti: regionali, territoriali e locali. Il finanziamento coprirà fino al 70 per cento del costo, con un cofinanziamento necessario quindi per almeno il 30 per cento. I soggetti capifila e i partner destinatari del contributo dovranno essere iscritti al registro regionale dell’associazionismo e del volontariato. Queste le tre tipologie di progetti previsti: regionale: per reti strutturate da almeno dieci Enti partner effettivi; mira a sviluppare la capacity building dei singoli attori (strutturazione gestionale e organizzativa, competenze imprenditoriali, leadership e ricambio generazionale); il costo massimo del progetto è di 150.000 euro e può essere inferiore a 80.000 euro; territoriale: con vocazione più diretta alla risposta dei bisogni dei residenti, attuato da reti territoriali di almeno quattro Enti partner effettivi, di cui almeno su due ambiti territoriali; il costo massimo del progetto è stabilito in 80.000 euro e non può essere inferiore a 20.000 euro; locale: presentato da una rete di almeno due Enti, è finalizzato a obiettivi più centrati sulla realtà associativa singola o sulle esigenze della realtà locale; il costo massimo del progetto è fissato in 20.000 euro e non potrà essere minore di 15.000 euro.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net

COMPRO, VENDO, CERCO, SCAMBIO