Il governo ha riconosciuto lo stato di emergenza per le province di Brescia, Lecco e Sondrio

A seguito degli eventi metereologici di forte intensità abbattutisi sul territorio lombardo nei mesi di maggio e giugno scorsi che hanno causato ingenti danni, su richiesta del Presidente della Regione Lombardia avv. Attilio Fontana, il 1° luglio 2019 la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha emanato il decreto di riconoscimento dello stato di emergenza per le province di Brescia, Lecco e Sondrio. Ciò ha permesso alla sezione regionale e alla direzione centrale della Protezione Civile di iniziare le attività di rilevazione ed accertamento dei danni al fine di poter valutare l’accesso al FEN – Fondo Nazionale Emergenze. Lo fa sapere l’on. Stefania Zambelli, europarlamentare salodiana della Lega che si è attivata presso le competenti istituzioni per capire cosa si stesse facendo in concreto per porre rimedio ai danni ingentissimi subiti da comuni e privati. “Devo ringraziare la sezione regionale e il dipartimento nazionale della Protezione civile non solo per la tempestività degli interventi operativi e la vicinanza ai territori ma anche per l’assoluta attenzione, disponibilità e celerità nel fornirmi le indicazioni e i dati raccolti. Non posso che essere soddisfatta per l’eccellente collaborazione istituzionale che sta dando i suoi frutti” dichiara l’on. Zambelli “Sono convinta, infatti, e questa ne è una delle tante dimostrazioni, che una buona sinergia fra enti territoriali ed istituzioni centrali possa avere ricadute benefiche per tutto il nostro Paese e, nel caso di specie, per il nostro territorio. La procedura di valutazione dei danni è quasi ultimata essendo, poche settimane fa, usciti i tecnici regionali e nazionali per i rilievi. Come sempre, il mio impegno è e sarà quello di proseguire il confronto con le Autorità competenti e con i tecnici della Protezione Civile affinché si possano attivare tutti canali utili a dare risposte concrete e rapide ai Comuni, alle attività economiche e produttive e ad ogni realtà territoriale danneggiata dagli eventi calamitosi citati, valutando anche la possibilità di chiedere l’accesso al Fondo Europeo di Solidarietà per la calamità naturali”.
L’on. Stefania Zambelli conclude affermando: “Essere europarlamentare, per me, significa anche e soprattutto un contributo fattivo e concreto al mio territorio ed alla mia gente. Pertanto colgo ancora una volta l’occasione per ribadire la mia totale disponibilità ad impegnarmi ed ad interessarmi di tutti i temi sensibili e di interesse collettivo che vogliate porre alla mia attenzione. La mia porta è sempre aperta. Io sono qua per voi”.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net