Festa con mucche, folclore, latte e formaggi

Oltre seimila persone hanno animato la quinta edizione della Desmalgada ospitata a Boniprati, sull’altipiano della Valle del Chiese collocato tra Pieve di Bono – Prezzo e Castel Condino. E ancora una volta i grandi protagonisti sono stati i bambini sia in veste di consumati piccoli attori – alcuni di loro, piccolissimi, hanno partecipato alla sfilata adagiati nelle carriole o nelle piccole slitte in legno d’altri tempi – sia di protagonisti dei numerosi giochi a loro dedicati: dalla malga dei Popi con la classica Caserada ai salti dal trampolino sui govoni di paglia, dalle passeggiate sui pony ai giochi che hanno animato l’intero pomeriggio. Ovviamente la mattinata è stata dedicata alla sfilata delle mucche al rientro dalle malghe, per l’occasione agghindate a festa come è tradizione. Le Reginette dei pascoli d’alta quota sono state le vedette di una coreografia unica destinata a chiudere il periodo estivo dell’alpeggio nelle malghe Table (Castel Condino), Baite, Clevet, Clef e Cleabà (Pieve di Bono – Prezzo). Una sfilata allietata dalle note della Banda San Giorgio di Castel Condino e del Gruppo Antichi valori, presente con ben 150 figuranti che hanno riproposto costumi, momenti di vita e attività della ruralità della Valle del Chiese. Nel parterre verde di Boniprati In scena sono andati i formaggi e tutti i prodotti legati al latte di montagna, oltre ai prodotti di alcuni Agritur della Valle del Chiese. Una festa rurale incentrata sull’alpeggio di quest’angolo di Trentino incastonato tra il lago d’Idro, la val di Fumo e le Dolomiti di Brenta e caratterizzato da un ambiente incontaminato. Ma non è mancato l’angolo gastronomico con il Pranzo del Contadino proposto dal rifugio Lupi di Toscana e dall’Albergo Boniprati. Mentre sotto il tendone le regine sono state la polenta carbonera della Pro Loco di Castel Condino e la Pasta del malgaro del Circolo Cultura Strada preparerà. Insomma pietanze tradizionali e di fatto leccornie da leccarsi i baffi. E tornando alla Desmalgada proprio per i più piccoli il programma ha riservato un pomeriggio di incredibili esperienze: dalla mungitura delle mucche alla Caserada con la possibilità di poter portare a casa il formaggio per mangiarlo con mamma e papà ai giochi (a cominciare dal tiro alla fune a squadre, aperta anche agli adulti), alla novità dei salti sul fieno. E poi giochi a volontà. Tutto questo grazie al programma La malga dei Popi (ore 14.30). La Desmalgada di Boniprati rientra nel cartellone di #Milklife ovvero il contenitore che riunisce tutte le proposte estive dedicate alla ruralità d’alta quota della Valle del Chiese (Malghe aperte e Albe in malga) e agli aventi ospitati sul fondo valle, che ora prevede il 20-22 settembre Mondo Contadino @Latte in Festa a Roncone, il 5-6 ottobre Festival della Polenta a Storo e il 27 ottobre e Castanea a Darzo. La Desmalgada di Boniprati ha così aperto la ricca serie di eventi autunnali legati alla gastronomia e al mondo zootecnico in Valle del Chiese, con ancora una volta grandi protagonisti i bambini. INFO: www.visitchiese.it. Eventi significativi nell’offerta turistica della Valle del Chiese – ha detto Nadia Baldracchi, vicepresidente del Consorzio Turistico – che ci consentono di svolgere una vera destagionalizzazione della nostra proposta di vacanza. A fianco degli eventi legati alla nostra ruralità e gastronomia vi sono anche le proposte legate alle attività outdoor: Mtb, trekking, canyoning, boulder, parapendio, attività acquatiche, Breg Park e l’ultimissima novità dell’Acropark della Valdaone. L’assessore provinciale Mario Tonina quindi ha rimarcato la valenza assoluta dell’evento sia in tema di valorizzazione del lavoro di chi opera nel non facile mondo della zootecnia sia in tema di ulteriore arricchimento dell’offerta di vacanza della Valle del Chiese e parallelamente di difesa di un patrimonio ambientale che si sta rivelando un grande valore aggiunto per l’immagine dell’intero Trentino. La Desmalgada di Boniprati è ornai diventata un appuntamento fisso delle proposte di fine estate della valle del Chiese – ha spiegato Paolo Franceschetti, presidente del Comitato organizzatore -. Siamo felici nel vedere che anche quest’anno migliaia di persone hanno raggiunto l’’Altipiano di Boniprati per trascorre e una giornata a contatto con l’ambiente e la nostra ruralità. La Desmalgada rientra nel progetto #Milklife del Consorzio Turistico grazie alle nostre malghe inserite nel progetto Malghe Aperte, realizzato con il supporto del Bim. Ci rende felici in particolare la presenza di tanti bambini che hanno potuto vedere dal vivo il lavoro dei malgari, assistendo alle varie fasi di lavorazione del latte e alla produzione del formaggio, come avviene in malga. E più in generale vedere i nostri ospiti assaggiare e comperare i formaggi e i prodotti del latte di malga”. La Desmalgada 2019 è frutto del lavoro e della collaborazione tra il Comitato Desmalgada, le Pro Loco di Prezzo e Castel Condino, le rispettive amministrazioni comunali, il Consorzio Turistico Valle del Chiese, l’Asuc di Cologna, il Bim, l’Associazione il Quadrifoglio e i gestori delle malghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]