“Un riconoscimento importante e adeguato al ruolo dell’Italia in ambito europeo”. Il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti ha commentato così la decisione annunciata oggi, a Bruxelles, dalla presidente Von der Leyen di assegnare a Paolo Gentiloni il portafoglio per gli Affari economici e monetari. “Una nomina di assoluto rilievo – sottolinea Giansanti – considerando che per la prima volta la responsabilità diretta in materia di Affari economici e monetari viene assegnata a un commissario designato dall’Italia. Paolo Gentiloni ha tutte le carte in regola per svolgere al meglio il compito che gli è stato affidato”. “Dalla nuova Commissione europea gli imprenditori agricoli italiani si attendono un deciso cambio di passo a favore della crescita, degli investimenti, dell’occupazione e delle innovazioni – prosegue il presidente di Confagricoltura – In quest’ottica, va valorizzato al meglio il ruolo delle imprese agricole in termini economici e di settore produttore di beni pubblici per la sostenibilità ambientale e la protezione delle risorse naturali”. Obiettivi che vedranno impegnato in particolare il neo commissario all’Agricoltura, il polacco Janusz Wojciechowski, al quale il presidente Giansanti dà il benvenuto e rinnova la disponibilità a instaurare un dialogo proficuo per il settore primario italiano ed europeo. “Vista la situazione in atto sui mercati internazionali – conclude Giansanti – è positiva la decisione di affidare al commissario uscente per l’Agricoltura, Phil Hogan, il portafoglio per il commercio. Saprà senz’altro migliorare i risultati ottenuti dalla Ue che, grazie anche al ‘Made in Italy’, è già il primo esportatore al mondo di prodotti agroalimentari”.

close

Non perderti la nostra nuova offerta!

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]