Inviamo copia della Lettera del Presidente della Agenzia TPL di Brescia Claudio Bragaglio, indirizzata all’Assessore regionale, avv. Claudia Maria Terzi, nonché anche alle altre Agenzie della Lombardia, su alcuni problemi aperti, a partire dai rilevanti disagi riguardanti in particolare il trasporto scolastico. La risposta critica dell’Assessore Terzi, nei confronti delle Agenzie – con la quale ha sostenuto che per le Agenzie del TPL “non vi sono alibi di sorta”, dove vi sono difficoltà “intervengano al più presto” e “pongano rimedio rapidamente” – ha suscitato vibrate proteste con una presa di posizione pubblica di alcune Agenzie. Per quanto riguarda l’Agenzia di Brescia si è ritenuto di richiedere con urgenza un incontro regionale con l’Assessore e tutte le Agenzia del TPL, per poter affrontare con l’Assessorato e la Giunta regionale, in modo auspicabilmente costruttivo, i nodi più difficili che non sono in capo alle Agenzie stesse. Infatti i problemi più rilevanti sono in larga misura dovuti alla insufficienza delle risorse per il TPL, al fine di poter rendere peraltro praticabile anche un incremento del servizio scolastico ed una migliore razionalizzazione del servizio di TPL. Per Brescia in particolare risultano note le difficoltà incontrate dalla Provincia di Brescia, che quest’anno ha potuto – meritatamente, ma in extremis – reperire risorse nelle pieghe del Bilancio, attingendo ad una voce ora però esaurita e non più disponibile per l’anno prossimo. Per non dimenticare poi il problema decisivo, ma irrisolto del finanziamento del Metrò e di un Ordine del Giorno approvato all’unanimità dal Consiglio Regionale, sui criteri di definizione dei futuri fabbisogni, ma rimasto da quasi un anno lettera morta. Nella Lettera del Presidente vengono in particolare documentate le voci di ulteriori criticità previste per il 2020 per l’intero Bacino di Brescia, e che raggiungono i 2,5 milioni di euro. Un importo aggiuntivo che risulta necessario per poter mantenere la qualità del servizio di TPL ai livelli del biennio 2018-19 e per poter fare alcuni miglioramenti proprio per il servizio scolastico. Come sollecitato dall’utenza, da famiglie e scuole. Un importo da cui rimane escluso quanto più volte richiesto per il Metrò e la possibile riduzione nel 2020 del contributo – già peraltro dimezzato rispetto agli anni precedenti- erogato dalla Provincia di Brescia, rispetto a quanto versato nel 2019.

close

Non perderti la nostra nuova offerta!

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]