“Se non viene concessa una proroga il rischio è che molte aziende vitivinicole,  oltre la metà di quelle interessate al bando, non potranno presentare richiesta di contributo con la conseguente perdita di  2,3 milioni euro  destinati agli investimenti per lo sviluppo del settore”. Con queste parole il Presidente di Coldiretti  Ettore Prandini –  in sinergia con l’assessore regionale  Fabio Rolfi – spiega la richiesta,  fatta al  Ministero delle Politiche Agricole, di  proroga per la presentazione delle domande di finanziamento alle imprese vitivinicole necessarie per beneficiare dei contributi  funzionali allo sviluppo aziendale. Si tratta  – precisa Coldiretti Brescia – della richiesta di contributo a valere sul Regolamento UE 1308/2013_ Misura investimenti OCM VINO aperto il 16 ottobre scorso con chiusura prevista per la giornata di domani, venerdì 15 novembre. Misura di difficile accesso per le imprese vitivinicole – precisa Coldiretti Brescia – in considerazione di vari fattori: apertura anticipata del bando, tempistiche brevi, numerosi adempimenti burocratici e non d ameno condizioni metereologiche particolari di quest’anno che hanno allungato i tempi di cantina ritardando quindi la programmazione dei piani d’investimento. “Restiamo in attesa di un riscontro da parte del Ministero – conclude il Presidente Prandini – fiduciosi che il Ministro Bellanova accolga la nostra richiesta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]