Progetto di riqualificazione di via Milano “oltre la strada”

Via Milano cambierà radicalmente. L’apertura del nuovo sottopassaggio di via Rose consentirà di drenare una quota importante del traffico di attraversamento e di operare un completo ridisegno della storica via che dall’Oltremella conduce al Centro storico. Cambierà quindi la percezione e la modalità di utilizzo di via Milano, che sarà caratterizzata da rinnovati marciapiedi e da una nuova ciclabile,  con pavimentazioni in asfalti colorati, in alternanza a pietre a cubetti o a lastre di granito, e da una nuova illuminazione pubblica.  Il progetto esecutivo per la riqualificazione di via Milano, approvato dalla Giunta comunale lo scorso 13 maggio per un importo complessivo di 2.368.145 euro e per il quale è stata avviata la gara d’appalto, interessa un’area di 19.800 metri quadrati,  comprendente un tratto della stessa via Milano, per circa un chilometro, e di via Villa Glori, per circa 280 metri.  In via Milano sarà effettuato un nuovo sezionamento della sede stradale tramite l’introduzione di cordonature che delimiteranno gli ambiti carrai rispetto a quelli ciclo pedonali. Saranno inoltre rifatti il sistema di raccolta delle acque meteoriche, le pavimentazioni stradali, pedonali e ciclabili, i relativi sottofondi e l’illuminazione pubblica. I sottoservizi saranno adeguati a un ampliamento del servizio di bike sharing, alle pensiline e alle paline informative per l’attesa nelle riqualificate fermate autobus. Sarà infine rifatta la segnaletica stradale orizzontale e verticale. I parcheggi, disposti meno linearmente sulla strada, razionalizzati e concentrati per servire residenti, lavoratori e commercianti, nel totale arriveranno quasi a raddoppiare il proprio numero. In via Villa Glori sarà allargato il marciapiede sul lato est e, parzialmente, quello sul lato ovest. Saranno rifatti i tappeti di usura in asfalto bitumato per tutta la sede stradale, (carreggiata e marciapiedi), le cordonature, le pavimentazioni stradali con i relativi sottofondi e il sistema di raccolta delle acque meteoriche sul lato est e, parzialmente, sul lato ovest. La nuova sezione stradale sarà dotata di un sistema ciclo pedonale monodirezionale su entrambi i lati, della larghezza minima di tre metri. Le nuove piste ciclabili avranno una sede propria e saranno alla stessa quota dei marciapiedi. Al tappeto di usura saranno applicate resine colorate: le pavimentazioni della porzione ciclabile saranno di colore arancione, mentre quelle della parte pedonale saranno di colore bordeaux.

Estratto tav. AC5.4 progetto: planimetria materico e piano quotato

Tutta la sezione stradale sarà larga 13 metri, sette dei quali saranno occupati dalla carreggiata, tre metri dai due marciapiedi e altri tre metri dalle due piste ciclabili. Le piste ciclabili saranno alla stessa quota dei marciapiedi (12 centimetri sopra la carreggiata), tranne che in corrispondenza delle intersezioni stradali, dell’area Caffaro e degli attraversamenti pedonali, ove saranno complanari alla carreggiata. Lungo la strada saranno presenti alcuni stalli per la sosta delle auto, per il carico e lo scarico delle merci, rastrelliere per biciclette e sei fermate per gli autobus, di cui due dotate di una pensilina. Una segnaletica tattile per le persone con disabilità visiva, costituita da pavimentazioni in rilievo secondo il sistema Loges, sarà posizionata in corrispondenza di tutti gli attraversamenti pedonali e delle fermate degli autobus.  Gli attraversamenti pedonali e ciclabili saranno tutti in quota e complanari ai marciapiedi. L’intervento di riqualificazione della via sarà preceduto da importanti interventi di rifacimento delle reti tecnologiche, per un investimento complessivo da parte di A2A di oltre 2,5 milioni di euro. La Rete teleriscaldamento (A2A Calore e Servizi) I lavori interesseranno un tratto di via Milano di circa 200 metri, dal civico 90 fino all’intersezione con via Villa Glori, completando gli interventi già realizzati nel corso degli ultimi cinque anni sul tratto ad est fino all’intersezione con via Nullo. I lavori inizieranno il 25 maggio per concludersi nel mese di settembre. Fino al 15 agosto, il cantiere comporterà la chiusura al traffico della strada, nel tratto interessato dall’intervento; dopo il 15 agosto la circolazione sarà consentita in un’unica direzione di marcia. Gli ingressi pedonali e gli accessi carrai verranno comunque sempre garantiti. La rete della fognatura (A2A Ciclo Idrico), la rete dell’energia elettrica – bassa tensione (A2A Unareti), la rete idrica (A2A Unareti) e la rete del gas (A2A Unareti) verranno eseguite all’interno dello stesso cantiere che partirà nel mese di luglio 2020 e si concluderà ad agosto 2021 interessando tratti successivi della strada di 80-100 metri partendo da ovest (in corrispondenza della tangenziale ovest) e proseguendo fino a via Nullo. I lavori interesseranno tutta la carreggiata, con conseguente interruzione del flusso veicolare. Gli ingressi pedonali e gli accessi carrai verranno comunque sempre garantiti. Videosorveglianza Entro il perimetro del progetto Oltre la Strada sarà inoltre potenziata la videosorveglianza con l’installazione di diciotto nuove telecamere, che si aggiungono alle otto storicamente già presenti in zona e recentemente sostituite con telecamere di nuova generazione. I lavori di riqualificazione vera e propria seguiranno quelli relativi al rifacimento della fognatura, energia elettrica, rete idrica e gas, partendo ad ottobre 2020 da ovest, all’altezza della Tangenziale ovest, proseguendo verso est fino a concludersi in via Nullo ad ottobre 2021. I lavori riguarderanno anch’essi tratti di circa 80-100 metri alla volta e saranno organizzati in maniera tale da interessare solo metà della sezione stradale, consentendo così la circolazione veicolare in un senso di marcia. Gli ingressi pedonali e gli accessi carrai verranno comunque sempre garantiti. Durante i lavori di riqualificazione sarà completata l’illuminazione pubblica (A2A Illuminazione Pubblica), la linea dati (A2A Smart City) e quella della telefonia. In corrispondenza della “ex Caffaro” emerge l’eccezionale qualità dei manufatti utilizzati dall’industria per gli spazi destinati all’accesso (caselli) e degli uffici (castelletto). Per consentire la fruibilità pubblica di una prima porzione del sito industriale, in cui tra l’altro si ricaveranno nuovi stalli per la sosta, saranno realizzati interventi di apertura del muro a confine con la Via Milano. In una fase successiva si procederà con il recupero funzionale degli edifici di archeologia industriale, da adibire a servizi culturali. Era maggio del 2018 quando, dopo una lunga fase dedicata all’acquisizione della proprietà del condominio e dell’ex distributore di carburanti presenti in sito, le ruspe avviarono la demolizione degli immobili, ponendo così termine al grave degrado che caratterizzava da anni l’area. Le demolizioni hanno restituito un’area libera entro cui, a breve, verranno realizzati una piazza e un edificio ad un piano di circa 200 mq, prospiciente la Via Milano e destinato ad ospitare servizi di supporto alla crescita dell’imprenditoria giovanile e dell’associazionismo locale, che si occupino di eventi e manifestazioni a carattere culturale. Il completamento dell’ambito con un secondo edificio, sempre ad un piano e destinato a funzioni socio-sanitarie, è previsto nel corso del prossimo anno. Casa del Sole Entro quest’estate, si concluderà il recupero dell’immobile collocato verso la linea ferroviaria, originariamente edificato per ospitare un asilo nido, ma riconvertito dal progetto “Oltre la Strada” in un centro polifunzionale, che ospiterà sia un ricco programma di attività rivolte alle diverse fasce d’utenza del territorio, sia un’innovativa biblioteca per giovani. Il centro è dotato di parcheggi, con accesso veicolare da Via Milano, nel tronco parallelo alla tangenziale. E’ previsto per l’autunno 2020 l’avvio dei lavori di completamento degli spazi aperti che dal centro polifunzionale si estendono fino al fronte di Via Milano e che saranno attrezzati per essere parte integrante dei progetti socio-culturali sul territorio. Teatro Ideal Sono state recentemente avviate alcune attività propedeutiche all’avvio del cantiere per la realizzazione del Teatro Borsoni, che sorgerà sul fronte di Via Milano, entro una porzione, di circa 7.000 mq, del più esteso sito industriale ex-Ideal Clima. Il teatro, che sarà gestito dal Centro Teatrale Bresciano, sarà dotato di due sale spettacolo per un totale di 550 posti, sale laboratorio, uffici e spazi esterni per la sosta. I lavori prenderanno l’avvio nel mese di Giugno e si concluderanno entro il 2021.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Guarda SeinTv!

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]