La nonnina di Milano ha festeggiato i 110 anni in Trentino

In Valle del Chiese si respira bene e si invecchia meglio

Con un pranzo tipicamente della valle del Chiese la signora Pierina Sala ha festeggiato oggi nel Trentino Occidentale il suo 110° compleanno assieme a nipoti parenti e amici. La scelta del posto, l’Hotel Aurora di Cimego, non è casuale perché proprio in questo angolo tra il lago d’Idro e le Dolomiti di Brenta la nonnina di Milano trascorre regolarmente le vacanze estive da cinquant’anni. Iniziò con il babbo Cesare negli anni Venti. Poi tanto lavoro in centro a Milano. E quindi il regolare ritorno per le vacanze estive. “In Valle del Chiese e nelle Valli Giudicarie si respira bene e si invecchia meglio” la sua tradizionale frase. E a vederla sorridere e a brindare attorniata dalle persone care c’è proprio da crederci. A complimentarsi con la nonnina di Milano stati con due distinte telefonate anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, omonimo ma non parente. Agli auguri istituzionali si sono aggiunti quelli del Presidente del Trentino Maurizio Fugatti, dell’assessore al Turismo Roberto Failoni e della presidente del Consorzio Turistico Valle del Chiese Daiana Cominotti, tutti concordi nel sottolineare come in un momento di notizie tristi e drammatiche festeggiare una nonnina di 110 anni è una ventata di ottimismo e positività. La presidente Cominotti ha consegnato a Pierina Sala un mazzo di liulium, i suoi fiori preferiti. Tanto affetto capace di rendere ancora più speciale un traguardo che pone la signora Sala tra i tredici italiani più longevi. Per questo alla sua vicenda si è interessato persino il Centro di Ricerche Carlo F.Dondena sulle dinamiche sociali e politiche pubbliche dell’Università Bocconi: nonna Pierina sta, infatti, alzando ulteriormente il dato della vita media delle donne italiane. L’ arzilla ultracentenaria è nata a Fara Gera d’Adda (Bergamo) il 28 giugno 1910 e poi all’età di venti anni si è trasferita a Milano dove con il marito Enrico Ronchi – ricorda il nipote Giorgio Arlati – aprì la posteria (negozio di alimentari) Sala Ronchi in piazza Belloveso a Niguarda per poi trasferirsi in via Monterondo. Il segreto della sua longevità? La signora Sala da sempre lo spiega a figli nipoti, cugini e amici: “…a lavorare con la gente con piacere si invecchia meglio…. Mi è sempre piaciuto stare in mezzo alla gente ”. Poi la festa con nipoti e parenti, tra i quali esponenti del mondo finanziario e politico. Il nipote Roberto Camagni è stato vicensindaco di Milano nella giunta guidata da Paolo Pilitteri e Giorgio Arlati è esponente della finanza internazionale. Sino a qualche anno fa l’evento del 28 giugno veniva condiviso con la sorella Alessandra, scomparsa all’età di 103 anni. Dieci anni fa, in occasione del Compleanno centenario, a Pierina Sala venne consegnata da Marco Zulberti la medaglia d’oro concessa dal Comune di Milano su indicazione dell’Associazione 4 Sorelle. Alle tradizionali vacanze in Trentino la signora Sala abbina il rito del pellegrinaggio al santuario della Madonna Addolorata a Arcene (Bergamo), iniziato nel 1918 con il babbo Cesare al ritorno dalla prima guerra mondiale. E proprio con il babbo Cesare e Mamma Teresa ha iniziato ad apprezzare le montagne della Valle del Chiese e del Trentino.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Guarda SeinTv!

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net