Continua l’attività di vigilanza dei cpt nei luoghi di lavoro

Verificato il rispetto dei Protocolli anti-contagio in 750 cantieri bresciani

Si sono conclusi positivamente i colloqui d’esame dei diplomandi della Scuola edile bresciana. A seguito di un’esposizione su un argomento a scelta e di un’interrogazione sulle materie affrontate durante il percorso di studi, quattro studenti hanno conseguito la qualifica tecnica, mentre undici ragazzi hanno ottenuto il titolo professionale di Operatori per le costruzioni. Nel pieno rispetto delle direttive anti-Covid e delle distanze interpersonali di sicurezza, ciascun alunno ha affrontato la prova orale da 50 minuti in presenza, dotato di mascherina e gel disinfettante. A tutela di studenti ed esaminatori sono stati disposti schermi in plexiglass e informative grafiche per illustrare le corrette norme di comportamento. I diplomandi hanno sostenuto il proprio colloquio d’esame senza pubblico, secondo appuntamenti preordinati, al fine di evitare possibili assembramenti. Terminate le prove estive, l’Ente Sistema Edilizia Brescia sta riorganizzando i propri spazi e le proprie attività didattiche per un rientro a scuola in sicurezza, sulla base delle linee guida diffuse a fine giugno dal ministero dell’Istruzione. “Eseb sta già raccogliendo le prime iscrizioni per l’anno scolastico 2020/2021 e, per il momento, abbiamo nove ragazzi immatricolati alla classe prima e 36 alunni” dichiara il presidente dell’Ente, il geometra Paolo Bettoni. “La Scuola edile – continua il presidente Bettoni – è pronta ad accogliere studenti e personale scolastico dal prossimo 14 settembre, tuttavia restano accese le perplessità e le preoccupazioni circa la gestione del servizio del trasporto pubblico locale in autunno”. L’Ente Sistema Edilizia Brescia auspica, infatti, che le amministrazioni locali organizzino con coscienza i flussi passeggeri sulle linee di trasporto pubblico che congiungono le altre aree urbane con Mompiano, in quanto il quartiere che ospita la sede della Scuola edile bresciana, a partire da settembre, sarà raggiunto quotidianamente anche da centinaia di adulti e ragazzi che si recano nelle diverse strutture accademiche e ospedaliere della zona. “Per un ritorno sui banchi in sicurezza – afferma Sara Piazza, vicepresidente di Eseb – la tutela di studenti, professori e personale Ata deve essere pensata a 360 gradi, sia all’interno sia all’esterno degli edifici scolastici, tenendo conto delle modalità di trasporto utilizzate per raggiungere la Scuola, nonché della gestione degli spazi per la formazione pratica esterna (stage, apprendistato) e dei luoghi destinati alle attività extrascolastiche”. Per quanto riguarda la formazione interna, la Scuola edile sta integrando tecnologie e nuove modalità d’insegnamento digitali per agevolare il rispetto delle misure introdotte dai protocolli anti-Covid e per strutturare, in sicurezza, una serie di attività complementari per studenti e per lavoratori edili. A questo impegno sul fronte della formazione si affianca l’assidua attività di supporto del ramo sicurezza di Eseb, continuata anche nei mesi di giugno e luglio. Dal 4 maggio a oggi i tecnici dell’Ente hanno verificato il rispetto delle normative anti-contagio in oltre 750 cantieri della provincia bresciana. La stragrande maggioranza dei quali è risultata conforme alle disposizioni in vigore e ha adottato misure di sicurezza specifiche.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Guarda SeinTv!

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net