Grande attenzione verso responsabilità sociale

Coronavirus, premio ‘l’impresa oltre l’impresa’

“La Regione Lombardia è da anni attenta alla promozione della responsabilità sociale delle imprese in quanto è considerata fattore strategico di competitività e di sostegno alle forme di welfare aziendale”. Parte da questa considerazione il governatore, Attilio Fontana, per commentare il premio ‘L’impresa oltre l’impresa’ indetto da Regione Lombardia in collaborazione con ‘Il Sole 24 Ore’. L’iniziativa si pone tra le azioni che la Regione sta attivando in tema di responsabilità sociale d’impresa. Quest’anno, con la crisi dovuta all’epidemia da Covid-19, Regione Lombardia ha deciso di premiare le aziende lombarde che, nel difficile periodo che stiamo vivendo, si sono distinte con strategie innovative a vantaggio del territorio o dei propri dipendenti o della stessa filiera di appartenenza. “Un segnale importante – aggiunge il presidente Fontana – che vuole anche essere un riconoscimento ai territori in cui hanno sede le aziende e soprattutto alle persone che quotidianamente lavorano in queste imprese”. Si rinnova quindi, anche per l’anno 2020, l’appuntamento con la raccolta di modelli di eccellenza di responsabilità sociale delle imprese (CSR) in Lombardia, che dal 2012 dà evidenza ai comportamenti delle aziende valorizzando e pubblicizzando il loro impegno socio-ambientale.

Scopo dell’iniziativa è quello di raccogliere e premiare i modelli di eccellenza di imprese lombarde che, con la crisi dell’epidemia da Covid-19, abbiano messo in campo azioni innovative a favore della comunità, dei clienti-fornitori e del territorio di riferimento. Fine ultimo è quello di attivare un meccanismo virtuoso di promozione delle buone pratiche riproducibili da altre imprese. “Anche in questo difficile anno, segnato dall’epidemia da Covid-19 e da una crisi economica senza precedenti, non potevamo evitare di rilanciare e valorizzare – commenta Alessandro Mattinzoli, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia – le aziende che agiscono in modo responsabile con innovazione capacità e senso di responsabilità. In questo contesto storico l’aspetto distintivo di questo premio è la valorizzazione di azioni innovative e sociali, a beneficio della comunità di riferimento”. Il premio ‘L’impresa oltre l’impresa’ si pone l’obiettivo di raccogliere e premiare 20 modelli di eccellenza di imprese lombarde che, con la crisi dell’epidemia da Covid-19, si sono distinte per fronteggiare la crisi a favore dei propri dipendenti, dei clienti, dei fornitori e del territorio di riferimento. Le imprese che aderiranno all’iniziativa dovranno raccontare le azioni e i comportamenti messi in atto a partire dal 31 gennaio 2020 (data di inizio dello stato di emergenza nazionale) a beneficio del territorio lombardo e della comunità di riferimento o dei dipendenti o della filiera di riferimento. Tali azioni e comportamenti verranno valutati da un Comitato scientifico composto da valutatori esterni, con caratteristiche di indipendenza e competenza, coordinato da ‘Il Sole 24 Ore’, che selezionerà le 20 iniziative particolarmente meritevoli. I componenti del Comitato scientifico, di cui è coordinatore Mattia Losi (sviluppo strategico Gruppo 24 Ore) sono: Daniele Bellasio, direttore comunicazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore; Maurizio Dallocchio, professore di Finanza dell’Università Bocconi; Rossella Sobrero, presidente Ferpi – Federazione relazione pubbliche italiana; Cristiana Rogate, presidente Refe – Strategie di sviluppo sostenibile; Tiziana dell’Orto, segretario generale EY Foundation onlus; Maria Grazia Andali, Chief marketing officer Credimi. COME PARTECIPARE Le imprese che intendono presentare la loro candidatura dovranno registrarsi al sito premioimpresa.ilsole24ore.com. Dopo la registrazione al sito, il rappresentante legale dell’impresa o un suo delegato potrà compilare un form chiuso (no attachments) con una ‘checklist’, specifica per ogni categoria, che consenta di identificare i parametri di rilevanza delle proposte e inserire nel form un testo descrittivo che racconti la propria storia di innovazione. Le imprese saranno suddivise in quattro classi dimensionali: micro, piccole, medie e grandi. Per ognuna di queste si individuerà la più meritevole per ciascuna delle seguenti cinque categorie ‘qualitative’: 1. progetti o iniziative specifiche a sostegno del proprio ambito territoriale/comunità di riferimento; 2. attenzione al personale con piani di protezione e di sostegno e trasformazione delle modalità operative e produttive a tutela dei dipendenti; 3. mantenimento della produzione in emergenza per non sguarnire la filiera (nel rispetto delle limitazioni previste dal legislatore nella fase di lockdown); 4. trasformazione della produzione per rispondere alle nuove esigenze sanitarie; 4  attenzione verso clienti e fornitori, buone pratiche anche in ambito no profit. La possibilità di presentazione della domanda sarà consentita a partire dal 18 novembre con scadenza il 6 dicembre 2020.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Guarda SeinTv!

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net