Il Superbonus traina un mercato dal valore di 3,5 Miliardi di Euro

Per il Centro studi Ance aumentano gli interventi e i relativi importi. Bene il mercato bresciano, ma i costruttori lanciano l’allarme: proroga subito fino al 2023 o si fermerà la ripresa

Il Superbonus vale 3,5 miliardi di euro. Lo confermano i dati divulgati dal Centro studi Ance sulla base dei numeri ricavati dal monitoraggio mensile condotto da Enea, l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, congiuntamente al ministero dello Sviluppo economico. A livello nazionale, al 1° luglio 2021, risultano infatti 24.503 interventi legati alla maxi-agevolazione per un importo corrispondente di quasi 3,5 miliardi di euro e un aumento significativo in termini di numero rispetto al mese scorso del 32% e in termini di importo pari al 39,7%. Con il supporto dei dati a conferma della buona riuscita del provvedimento i costruttori edili rinnovano l’invito a prorogare in maniera immediata lo strumento fino al 2023. “È fondamentale prolungare fin da subito la possibilità di accedere all’agevolazione per non rischiare di vanificare la ripresa” incalzano i vertici di Ance Brescia. “In caso contrario, a breve, cominceranno a bloccarsi le nuove iniziative, perché non si potrà garantire in alcun modo la conclusione degli interventi e sarà difficile prevedere un ulteriore coinvolgimento delle banche in qualità di acquirenti dei crediti fiscali o finanziatori degli interventi”. Gli interventi realizzati su suolo nazionale interessano per la maggior parte edifici unifamiliari (51,6%), seguono poi le unità immobiliari indipendenti (37,2%) ed infine i condomini (11,2%). Ma in termini di importi la situazione si ribalta. Gli edifici condominiali rappresentano circa il 43% dell’importo complessivo, seguono gli immobili unifamiliari che corrispondono al 34,6% dell’importo totale e in coda le unità immobiliari indipendenti che costituiscono solo il 22,6%. Il mercato mantiene il suo forte “appeal” da nord a sud, compresa la provincia bresciana. Se la distribuzione territoriale vede primeggiare la Lombardia in testa alle regioni, sia per interventi che per importo, Brescia si mostra sempre più attiva e interessata all’opportunità. Secondo i dati ricavati dalla piattaforma My Bonus Now, il portale lanciato da Ance Brescia dedicato al Superbonus che agevola il matching fra le richieste dei privati e condomini e l’impresa che può realizzare i lavori, si conferma il trend in crescita già segnalato dal Centro studi Ance. Aumentano gli utenti registrati al sito per un totale di 1.078 iscritti, insieme alle richieste che raggiungono quota 1.132, per un valore dei lavori totale pari a 62,2 milioni di euro, distribuiti sui tre territori di Brescia, Cremona e Pavia, zone di riferimento delle Ance territoriali aderenti al progetto. Nel caso della sola provincia bresciana, rispetto al mese precedente si registra un aumento del 6% degli utenti iscritti al sito e dell’11% dei progetti caricati, per un mercato totale veicolato dalla piattaforma nell’area di competenza della ruggente leonessa di oltre 40 milioni di euro e uno potenziale che supera ampiamente i 51 milioni di euro.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Guarda SeinTv!

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net