RIQUALIFICAZIONE STRADALE DI VIA DIECI GIORNATE

La Giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo relativo ai lavori di riqualificazione stradale di via Dieci Giornate, con l’obiettivo di renderla pedonale e di restituirle il ruolo storico di via centrale della città. La carrabilità sarà quindi garantita solo per il carico e lo scarico delle merci, per il soccorso e per le manutenzioni occasionali. Il progetto è stato realizzato da Brescia Infrastrutture Srl.

L’ideazione dell’intervento tiene conto dei differenti aspetti storici e spaziali della strada (contesto edilizio, larghezze, rapporti con i portici e con le vie laterali). La presenza dei portici sul lato est, che si sviluppano da Piazza della Loggia a via IV Novembre, ha suggerito l’utilizzo di una nuova pavimentazione unitaria in porfido, per garantire l’unità del disegno complessivo.

La riqualificazione prevede quindi la salvaguardia delle quote altimetriche esistenti per non variare i punti di raccolta delle acque meteoriche, l’eliminazione a ovest delle parti di marciapiedi che fuoriescono, l’utilizzo di una pavimentazione in cubetti di porfido del Trentino posata ad arco contrastato sulla carreggiata, l’introduzione di una doppia fila di cubetti di porfido del Trentino posati lungo i cigli della carreggiata e trasversalmente alla carreggiata realizzata in corrispondenza dei pilastri del portico est (una fila ogni tre pilastri), l’impiego di una pavimentazione in lastre in granito in corrispondenza dei principali attraversamenti con via Volta, via Giulio Bevilacqua e via Trieste, la colorazione delle pavimentazioni dei marciapiedi tramite resine a seguito del ripristino (dove necessario) delle superfici in calcestruzzo compromesse e il rifacimento dell’illuminazione pubblica.

Il progetto di appalto prevede la realizzazione di tre corpi d’opera.

Il primo è costituito dal tratto stradale compreso tra piazza della Loggia e l’imbocco di via Giuseppe Bertolotti, pari a circa 575 metri quadrati, per 68 metri circa di sviluppo.

Il secondo è rappresentato da via Giuseppe Bortolotti, per 310 metri quadrati circa, corrispondenti a 34 metri di sviluppo.

Il terzo è costituito dal tratto compreso tra l’imbocco di via Giuseppe Bertolotti e via IV Novembre, per 1.335 metri quadrati circa, corrispondenti a 137 metri di sviluppo.

L’ammontare complessivo del costo dell’intervento sarà pari a 625.395,69 euro. La durata prevista dei lavori è di 120 giorni naturali consecutivi.

Vista aerea dell’area con i corpi d’opera d’intervento

TRATTO STRADALE COMPRESO TRA PIAZZA DELLA LOGGIA E VIA IV NOVEMBRE

Carreggiata

Saranno demoliti la pavimentazione in asfalto e il sottofondo per uno spessore di circa 35 centimetri, sarà realizzato un nuovo sottofondo in ghiaia stabilizzata per ricostruire la corretta pendenza del deflusso dell’acqua piovana (spessori medi di circa otto centimetri) e un massetto in calcestruzzo armato per uno spessore di 15 cm con rete elettrosaldata a maglia quadrata. Quest’ultima lavorazione è necessaria per garantire il passaggio dei mezzi (carico e scarico, manutenzione occasionale e soccorso). Sarà posata una pavimentazione in cubetti di porfido del Trentino ad arco contrastato con finitura a spacco e il sottofondo sarà in sabbia e cemento, per uno spessore di cinque centimetri. Le fughe saranno sigillate con impasto (boiacca) di sabbia e cemento.

Il disegno della pavimentazione prevede una doppia fila di cubetti posati a correre lungo il ciglio della carreggiata, una doppia fila di cubetti posata trasversalmente alla stessa in corrispondenza dei pilastri del portico est, con distanza pari a due campate del portico, e la perimetrazione delle caditoie e dei chiusini con una fila di cubetti.

Simulazione del tratto di strada compresa tra Piazza Loggia e Via IV Novembre

Attraversamenti trasversali

Nell’intersezione stradale con via Alessandro Volta l’attraversamento pedonale esistente è costituito da cubetti di porfido del Trentino intervallati da fasce bianche in cubetti di marmo di Carrara: il progetto prevede di introdurre una fascia di lastre di granito (100x50x10 centimetri) per realizzare un elemento riconoscibile a chiusura della pavimentazione in porfido rispetto all’intersezione stradale stessa.

Negli attraversamenti in corrispondenza di via Giulio Bevilacqua e via Trieste (attualmente contrassegnati dalla segnaletica stradale orizzontale in vernice) saranno posate lastre di granito da 100x50x10 centimetri per realizzare una superficie riconoscibile rispetto alla pavimentazione in cubetto di porfido e per segnalare la presenza dei sottopassi. La pavimentazione in granito avrà una larghezza uguale alle dimensioni degli archi dei portici interessati dal passaggio e sarà della stessa tipologia della pavimentazione già presente sotto gli archi stessi.

Saranno realizzati un nuovo sottofondo in ghiaia stabilizzata per ricostruire la corretta pendenza del deflusso dell’acqua piovana e un massetto in calcestruzzo armato con rete elettrosaldata a maglia quadrata per garantire la carrabilità. Saranno inoltre posate lastre di granito da 100x50x10 centimetri con superficie fiammata a coste segate.

Marciapiedi

Sarà diminuita la presenza dei marciapiedi eliminando le protuberanze in corrispondenza degli attraversamenti pedonali e della delimitazione dei parcheggi in linea.

Sarà sostituita la cordonatura in granito ormai obsoleta con una nuova di uguale tipo. Per ottenere una finitura omogenea saranno ripristinate le pavimentazioni in calcestruzzo degradate, confinanti con le griglie di areazione e con i lucernari in vetro cemento degli interrati privati sottostanti. La pavimentazione, inoltre, sarà sottoposta a una resinatura di colore grigio che le conferirà un aspetto simile alla pietra arenaria di Sarnico.

VIA GIUSEPPE BERTOLOTTI

Sarà recuperata la simmetria delineando un asse stradale centrale rispetto ai marciapiedi laterali, attualmente asimmetrici perché di dimensioni diverse. Sarà rimosso il cordolo sul lato a nord e ne sarà posato un altro dello stesso tipo più a sud. I marciapiedi saranno colorati con la stessa resinatura della pavimentazione di colore grigio “pietra arenaria di Sarnico” dei marciapiedi di via Dieci Giornate. Sarà sostituita, infine, la pavimentazione in asfalto della carreggiata centrale con una pavimentazione in lastre di granito 100x50x10 centimetri, in continuità con la pavimentazione già presente sotto il portico di via della Posta. 

ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Attualmente via Dieci Giornate è illuminata da corpi sospesi al centro della strada, sorretti da tesate trasversali ancorate alle cortine edilizie laterali.

Tra piazza della Loggia e via Alessandro Volta, sul palazzetto di proprietà comunale “Monte nuovo di Pietà”, saranno installati corpi illuminanti a faro. Tra via Alessandro Volta e via IV Novembre saranno eliminati i corpi illuminanti sospesi e sarà realizzata una nuova illuminazione costituita da lampioni con lanterne, simili a quelli già presenti nel centro antico, con ottica Type IV da 4000K e 62,1 Watt.

I pali saranno posizionati a ovest, in corrispondenza delle fasce trasversali in porfido, a una distanza tra loro di 20 metri circa e a 50 centimetri dal cordolo stradale, al di fuori del marciapiede. I marciapiedi, infatti, sono realizzati su solaio e non permettono quindi la posa dei plinti in cemento armato necessari a sorreggere i lampioni.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Guarda SeinTv!

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]