ESAMINATA IN COMMISSIONE LA PROPOSTA DI VARIAZIONE DI BILANCIO 2022 DI 40,4 MILIONI DI EURO

La proposta di variazione di bilancio, che sarà sottoposta al Consiglio comunale nella prossima seduta, applica al bilancio di previsione, per l’esercizio 2022, maggiori risorse per complessivi 40,4 milioni di euro.

Tali risorse, nel dettaglio, derivano da:

– 17,3 milioni dall’avanzo di amministrazione, grazie alle risultanze del rendiconto 2021 che sarà esaminato dal Consiglio comunale nella medesima seduta;

– 7,7 milioni di maggiori entrate di parte corrente (6,6 milioni di maggiori dividendi da A2A S.p.A. per un totale di 70,8 milioni, a fronte di una previsione iniziale di 64,2 milioni, e 1,1 milioni di trasferimenti correnti statali e regionali, reimpiegati in spesa per progetti e iniziative prevalentemente in ambito sociale e della mobilità sostenibile);

– 15,4 milioni di maggiori entrate in conto capitale (quale saldo tra incrementi per +19,3 milioni e riduzioni per -3,9 milioni), derivanti da maggiori contributi pubblici, prevalentemente statali, derivanti soprattutto dalla partecipazione a bandi.

Tra le principali voci in aumento si segnalano: contributi ministeriali per l’acquisto di autobus per servizio urbano ad alimentazione elettrica da trasferire a Brescia Trasporti (8,7 milioni), contributi ministeriali per demolizione e ricostruzione scuola primaria Valdadige (3,2 milioni), contributi ministeriali per rafforzamento della mobilità ciclistica (1,8 milioni), contributi ministeriali per la messa in sicurezza di edifici scolastici (1,3 milioni), contributi ministeriali fondo progettazione opere prioritarie nel settore della mobilità (0,8 milioni), contributi ministeriali per interventi di adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano (0,8 milioni), contributo regionale per manutenzione straordinaria ponte via Capretti (0,7 milioni).

Le riduzioni sono prevalentemente correlate all’applicazione di avanzo vincolato, in sostituzione della previsione di contributi, per somme già incassate e confluite, in sede di rendiconto 2021, tra le quote di avanzo di amministrazione vincolate alla realizzazione di investimenti.

Le risorse disponibili (40,4 milioni) sono reimpiegate a finanziamento di maggiori spese correnti per 14,4 milioni e per maggiori investimenti per 26 milioni.

Tra le principali voci di spesa corrente (14,4 milioni), si segnalano:

  • 5,2 milioni per lo stanziamento di un fondo per interventi di sostegno economico e sociali, in particolare a favore delle famiglie;
  • 2,6 milioni ad incremento degli stanziamenti per il canone di illuminazione pubblica (+ 2 milioni) e per le utenze degli edifici comunali (+0,6 milioni), in considerazione dell’aumento dei prezzi del mercato energetico;
  • 1,8 milioni per interventi nel settore sociale, grazie al reimpiego dei maggiori contributi su numerosi progetti e iniziative (situazioni di grave marginalità, emergenza abitativa, non autosufficienza, disabilità, assistenti famigliari agli anziani, accoglienza profughi, ecc…), oltre all’incremento delle risorse per manutenzioni ordinarie di asili nido ed edifici sociali;
  • 0,5 milioni per contributi e servizi in ambito culturale, oltre al reimpiego delle risorse già accantonate per la corresponsione del saldo del contributo ordinario 2021 a Brescia Musei (1,7 milioni);
  • 0,4 milioni per la scuola e il diritto allo studio;
  • 0,6 milioni per la mobilità e la viabilità, comprensive del reimpiego dei contributi statali per le iniziative dei mobility manager, nell’ambito della mobilità sostenibile.

Molto ampio è il ventaglio degli investimenti (26 milioni) che beneficiano della maggiore disponibilità di risorse. I principali ambiti di destinazione sono:

  • 10,4 milioni per la mobilità e le infrastrutture stradali, comprensivi del reimpiego del contributo statale per autobus urbani (8,7 milioni) già citato;
  • 5,6 milioni per gli edifici scolastici, comprensivi del reimpiego dei contributi statali per la scuola primaria Valdadige (3,2 milioni) e per la messa in sicurezza di edifici scolastici, destinati alle scuole Arici, Santa Maria Bambina, Tovini 2° lotto e Volta (1,3 milioni), dell’adeguamento del progetto di intervento sulla scuola Divisione Tridentina (0,7 milioni), dell’adeguamento antincendio scuola Giovanni XXIII (0,2 milioni);
  • 3,7 milioni per edifici monumentali e a destinazione culturale, di cui 1,1 milioni per interventi su Palazzo Martinengo Colleoni/MO.CA, 0,8 milioni per interventi sul Grande Miglio per esposizioni temporanee 2023, 0,7 milioni per interventi sul manto di copertura del complesso museale di Santa Giulia, 0,4 milioni per la manutenzione straordinaria di Palazzo Tosio;
  • 2,1 milioni per tutela ambientale e verde, di cui 1,7 milioni ad incremento degli stanziamenti per le bonifiche;
  • 1,4 milioni in ambito urbanistico, per fabbricato ex Ideal Clima, il reimpiego dei contributi statali per interventi per l’adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano, già citati, e per incremento degli interventi previsti nell’ambito del progetto “Un filo naturale”;
  • 1,3 milioni per strutture sportive, comprensivi di 0,6 milioni per il centro S. Bartolomeo e 0,2 milioni per relamping dello stadio Invernici.
Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Guarda SeinTv!

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]