Atenei Bergamo e Brescia esclusi dal Bando Università.

Pergreffi e Belotti interrogano il Ministro: “Valuti finanziamento per qualità del progetto, numero degli enti coinvolti e graduatoria. È un’opportunità di rilancio per settore industriale manifatturiero del Nord Italia”
Con due interrogazioni presentate sia alla Camera che al Senato i parlamentari bergamaschi della Lega Simona Pergreffi e Daniele Belotti chiedono che il progetto  “The manufacturing alliance -The MA” delle  Università di Bergamo e Brescia che ha partecipato al Bando per le Università (le uniche a presentare un progetto congiunto coinvolgendo un vasto raggruppamento di soggetti  fra cui, oltre a Politecnico di Milano, Università di Verona, Trento e Bolzano, il CNR e l’Enea, le Camere di Commercio di Brescia, Bergamo, Trento, Verona e Vicenza e le confederazioni industriali di Brescia, Bergamo, Lecco, Verona, Vicenza e Trento) venga ripescato e finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca.Dichiarano la senatrice Simona Pergreffi e il deputato Daniele Belotti, capogruppo della Lega in Commissione Istruzione, cultura, sport alla Camera: ““The manufacturing alliance -The MA” presentato al bando Università dai due Atenei ha la finalità di portare avanti attività di trasferimento tecnologico, valorizzazione della ricerca, supporto alla creazione di startup e scale-up delle realtà esistenti nonché di fare formazione sui bisogni delle aziende della prossima generazione e proporre la valorizzazione rigenerativa dei territori; obiettivo del progetto è quello di valorizzare, anche con riguardo all’impatto ambientale, territoriale e sociale, le eccellenze nazionali ed europee che contraddistinguono gli ecosistemi industriali del Nord Italia nel settore manifatturiero”. Il bando prevedeva che potessero essere ammissibili dodici proposte progettuali con una dotazione di circa 120 milioni di euro ciascuna per il prossimo triennio e per garantire una equa distribuzione sul degli investimenti sul territorio nazionale, 7 progetti dovevano pervenire da atenei del centro nord e 5 da quelli del sud.Continuano Pergreffi e Belotti: “Bergamo e Brescia sono risultate ottave nella graduatoria delle università del centro nord, il loro progetto è il primo dei non ammessi, benché su 12 progetti finanziabili ne siano stati ammessi soltanto undici di cui 7 delle università del nord e solo 4, sui 5 previsti, di quelle centro sudSembrerebbe dunque che nessuno degli altri progetti presentati dalle università del sud abbia ottenuto il punteggio minimo per risultare idoneo al bando in oggetto, pertanto, se si scorresse la graduatoria complessiva, il progetto delle università di Bergamo e Brescia potrebbe essere finanziato. Noi lo auspichiamo come tutti i soggetti coinvolti, ma se non dovesse rientrare in graduatoria e nel caso in cui venga definitivamente escluso per dare priorità ad un progetto di una Università del sud benché abbia conseguito un punteggio inferiore, chiediamo al Ministro se non ritenga opportuno finanziarlo diversamente in considerazione dell’alto valore che assicurerebbe al territorio”.Sen. Simona PergreffiOn. Daniele Belotti

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Guarda SeinTv!

www.brevinews.net

Copyright © 2019 Brevinews
Registrato presso il Tribunale di Breescia – n° 4/2016

Se hai dei comunicati che vorresti pubblicare sul nostro giornale web inviali alla nostra redazione: redazione@brevinews.net

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]