I DATI DI RICERCA SUL MERCATO EDILE

Il peso delle costruzioni sull’economia bresciana vale il 30%,. bisogna unire le forze per promuovere la rigenerazione urbana”

“Città come luoghi di produttività e sostenibilità.” Con tali premesse il presidente di Ance Brescia Angelo Massimo Deldossi ha aperto il convegno organizzato dall’associazione dei costruttori “Prospettive per le imprese edili bresciane. Scenari di mercato e innovazione” svolto nell’ambito della fiera Futura expo 2022. L’incontro moderato dalla giornalista economica di Sky tg24 Mariangela Pira, ha restituito ai partecipanti una chiara fotografia della situazione attuale del settore del costruito, coinvolto nella crescita esponenziale del mercato dopo la pandemia e che oggi deve farsi carico delle pesanti ripercussioni generate dall’aumento dei prezzi di energia e materiali “Il mercato varia rapidamente e dobbiamo essere in grado di anticipare le mosse future per continuare a restare competitivi. Il 2021 è stato un anno positivo cha visto l’edilizia protagonista del rilancio del Paese, ma anche in prima linea nella sua riqualificazione. La rigenerazione urbana è un aspetto centrale per il miglioramento dell’ambiente e della qualità della vita e anche la chiave delle imprese per mantenere acceso il motore della crescita” ha evidenziato il presidente Deldossi in apertura del convegno con un messaggio di stimolo rivolto ai numerosi ospiti presenti. A rimostranza della centralità che occupa la sostenibilità per il settore e per il territorio, il presidente di Ance Brescia ha ricordato l’impegno delle realtà coinvolte in Campus Edilizia Brescia, nella promozione di un costruito sempre più ecocompatibile e meno energivoro “Siamo pronti con l’evoluzione del Campus Edilizia Brescia che dopo la fase iniziale è pronto per la costituzione della Fondazione Campus Edilizia Brescia. Il nostro impegno nella promozione con le pubbliche amministrazioni si mantiene vivo, ma è importante, anche in questo periodo di cambiamento dei vertici con le prossime elezioni amministrative di Brescia e provincia, non disperdere il lavoro fatto sin qui per la nostra città e per il suo futuro.” Cuore dell’incontro è stata la presentazione in anteprima dell’ultimo studio condotto dal Cresme, raccontato dal direttore Lorenzo Bellicini, in veste di brillante relatore per l’iniziativa di Ance Brescia. I dati di analisi esposti hanno riportato un quadro dettagliato degli scenari di mercato del settore e le tendenze future dell’economia bresciana, guidata dal mercato edile “Tenendo conto della lunga filiera che coinvolge il mercato delle costruzioni, come l’industria, il commercio e i servizi, si può confermare che il valore della produzione si avvicina al 30%. – commenta Bellicini aggiungendo – Il valore delle costruzioni nella provincia di Brescia nel 2022 torna a superare, in valori deflazionati, i livelli di produzione del 2003 e del 2006, picchi massimi degli anni 2000. Nel 2022 il valore della produzione delle costruzioni in provincia di Brescia è stato 7.574 milioni di euro, contro i 6.185 del 2021. Si tratta di una crescita a valori correnti di 1.389 milioni, pari al + 22,5%. Considerando però la variazione prezzi, in quantità, il mercato è cresciuto dell’11,4%. Nel 2021 la crescita rispetto al 2020 era stata del 28,6%”. Scendendo nel dettaglio dei dati, il direttore del Cresme segnala quanto nel totale pesino considerevolmente i lavori di manutenzione dovuti dagli incentivi fiscali “Il 67% del mercato è fatto da interventi sul patrimonio esistente, e 2,3 miliardi sono dovuti agli incentivi fiscali. 2,7 miliardi di interventi di manutenzione straordinaria sono dedicati al patrimonio residenziale. Di questi quasi l’84%, pari a 2,3 miliardi, sono dovuti a interventi realizzati grazie agli incentivi fiscali.” è sato commentato dal presidente dei costruttori edili bresciani nel momento del confronto, seguito dopo l’intervento del dottor Bellicini, che ha ricordato quanto l’opportunità evidenziata dai risultati presentati, spinga alla necessità di unire le forze dell’intera filiera e degli attori pubblici per incentivare la rigenerazione delle città nell’ottica della sostenibilità e dell’innovazione. In chiusura il presidente Deldossi ha ricordato che “tali iniziative di studio e analisi rappresentano la linfa per lo sviluppo del settore, come le attività di ricerca promosse da Ance Brescia in collaborazione con l’Università degli studi di Brescia” anticipando l’evento in programma lunedì 3 ottobre alle 12,30, presso la sala consiliare della fiera, dal titolo “Sostenibilità e circolarità nel mondo delle costruzioni”. L’incontro inserito nel palinsesto di Futura expo 2022 è organizzato dall’Università degli studi di Brescia, in collaborazione con Ance Brescia e l’Ordine degli ingegneri di Brescia e affronta il tema della sostenibilità nel settore delle costruzioni. Per maggiori informazioni visitare il sito www.futura-brescia.it.

close

Non perderti la nostra nuova offerta!

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
[glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"]