Giugno 15, 2024

Views: 97

Entra nel vivo STEP BY STEP – Incontrarsi è una passeggiata, uno dei progetti speciali che i Comuni di Bergamo e Brescia hanno deciso di promuovere in occasione di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023.

Il progetto si avvale della collaborazione e del sostegno dell’Ufficio del Parlamento Europeo di Milano e del sostegno del Comitato Bergamo Brescia 2023; è prodotto da Hg80 Impresa Sociale con la collaborazione di Slow Ride Italy, associazione che ha ideato e coordina La Via delle Sorelle, il cammino che collega Brescia a Bergamo.

L’iniziativa è pensata per promuovere pressi i giovani questo cammino, un percorso di 130 chilometri che collega Bergamo e Brescia, destinato a rimanere una infrastruttura ed eredità verde tra i territori. STEP BY STEP intende infatti creare un evento di rilevanza nazionale e di respiro europeo con protagonisti giovani tra i 18 e i 25 anni impegnati a percorrere il cammino da oggi, venerdì 8, a domenica 10 settembre.

La tre giorni si tiene alla vigilia del dibattito sullo stato dell’Unione europea del prossimo 13 settembre in cui la presidente della Commissione, Ursula Von der Leyen, si confronterà con gli eurodeputati al Parlamento di Strasburgo e farà un bilancio dei risultati ottenuti nell’ultimo anno e delle sfide che aspettano l’UE in vista delle elezioni europee del 9 giugno 2024. L’obiettivo del progetto è coinvolgere i e le giovani partecipanti in un cammino consapevole, durante il quale sono previste walking discussions e momenti di scambio con esperti e ospiti d’eccezione intorno ad alcune delle tematiche che verranno affrontate nello State of Union, quali cultura, ambiente, accessibilità e comunità.

Sul percorso i ragazzi e le ragazze incontreranno alcuni “ospiti in cammino”: si tratta di esperti, rappresentanti delle istituzioni locali, membri di associazioni, europarlamentari, influencer, che faranno un tratto di strada con loro.

Ciascuna delle giornate è caratterizzata da una tematica, che verrà approfondita durante il cammino attraverso uno scambio di pensieri tra giovani partecipanti e ospiti. I pensieri emersi verranno ricomposti e approfonditi nei momenti di condivisione previsti alla fine di ciascuna giornata, durante gli incontri condotti e coordinati dai giovani stessi, aperti al pubblico.

L’ultimo giorno i due gruppi si ricongiungeranno a Paratico, presso il Parco dei Tassodi, per un momento di restituzione pubblico: riflessioni e temi chiave emersi durante le giornate di cammino verranno condivisi in questa occasione fra i due gruppi, alla presenza di Giorgio Gori, Sindaco di Bergamo, di Anna Frattini, Assessora alle Politiche Educative e Politiche Giovanili del Comune di Brescia, di Nadia Ghisalberti, Assessora alla Cultura del Comune di Bergamo, degli eurodeputati Lara Comi, Oscar Lancini e Mariangela Danzì e di tutti gli amministratori dei Comuni attraversati da La Via delle Sorelle che vorranno intervenire.

Anche grazie a questo progetto, La Via delle Sorelle si conferma uno dei progetti permanenti più versatili e inclusivi nati in occasione di Bergamo Brescia 2023: una via, un luogo non solo di cammino ma anche di incontro, un palcoscenico a cielo aperto in grado di accogliere e far germogliare contenuti che si svilupperanno ben oltre l’anno di Capitale Italiana della Cultura.

Il gruppo dei partecipanti

A rispondere alla call nazionale aperta a luglio scorso e indirizzata a giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni sono stati complessivamente in 56, tra i quali sono stati selezionati i 17 che questa mattina si sono radunati alla partenza: 9 in Piazza Vecchia a Bergamo e 8 al Tempio Capitolino a Brescia.

Si tratta di 11 ragazze e 6 ragazzi; di questi 7 sono del territorio delle due province della Capitale, mentre gli altri provengono dalla provincia di Trento, Roma, Frosinone, Torino, Livorno, Viareggio. Alla base della motivazione che li ha spinti a candidarsi soprattutto la curiosità di vivere un’esperienza interessante e stimolante conoscendo nuove persone e a contatto con la natura. Li accomuna una visione del futuro tra luci e ombre, in bilico tra preoccupazione e curiosità, che certamente caratterizzerà il confronto e lo animerà durante l’intero percorso a cui, promettono, di dare visibilità e testimonianza attraverso i social.

Il gruppo ha seguito un percorso di formazione in tre tappe, durante le quali, oltre a condividere la filosofia del cammino e il modo migliore per affrontarlo a livello tecnico, ha affrontato, con l’Ufficio a Milano del Parlamento europeo, contenuti relativi a green deal, cultura e territori ed elezioni europee, mettendo a fuoco il ruolo dell’Europa. Ma si sono occupati anche di comunicazione, ingaggiandosi in prima persona nella diffusione del progetto e facendosi ambassadors presso i loro coetanei.

 La tecnica

STEP BY STEP si ispira ad un format di audience engagement di giovani adulti prototipato durante una ricerca europea finanziata dal programma Europa Creativa dal 2016 al 2021 (TeenThatrenetwork.eu).

 Il format si basa su due strumenti di attivazione del “dialogo transgenerazionale”, in cui l’incontro con i giovani risulta un’opportunità per gli adulti di acquisire informazioni su questo target: la Teen Trekking Discussion e il Teen Kitchen Table (qui il manifesto). Entrambi usano il meccanismo della cattedra rovesciata: i ragazzi sono protagonisti, mentre gli adulti – amministratori, educatori e politici – si mettono in ascolto, dialogando “alla pari”. Questo comporta che gli adulti, chiunque essi siano, prima ascoltano e, in un secondo momento, parlano con i ragazzi, che sono i veri conduttori dell’evento. Per gli adulti significa partecipare ad un esperimento, è un’occasione per comprendere come raggiungere i giovani e per raccogliere informazioni in generale su come raggiungere “gli irraggiungibili”.

Il valore dell’incontro sta nell’esperienza non nella performatività del risultato. Non esiste pubblico, sono tutti partecipanti e sono coinvolti con il catch box (il microfono/palla di gommapiuma) che viene lanciato a chi vuole prendere parola.

Nel gruppo si nascondono un “custode del tempo”, un “custode dell’inclusione” e un “custode del ritmo”. La durata non può andare oltre i 45 minuti totali.

La manifestazione Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 vede Intesa Sanpaolo e A2A nel ruolo di Main Partner, Brembo nel ruolo di Partner di Sistema, Ferrovie dello Stato Italiane e SACBO quali Partner di Area. Il Ministero della Cultura e Regione Lombardia sono partner istituzionali insieme a Fondazione Cariplo, Fondazione della Comunità Bresciana e Fondazione della Comunità Bergamasca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *