Giugno 25, 2024

Views: 9

il 4 giugno sarà sciopero nazionale

Lavoratrici e lavoratori delle aziende della ristorazione collettiva aderenti ad ANIR Confindustria e ANGEM sciopereranno martedì 4 giugno per l’intera giornata. A livello territoriale la mobilitazione è stata definita nei dettagli in una assemblea convocata unitariamente da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs che si è tenuta nell’Auditorium della sede provinciale della Cisl.

Alla base della protesta una comunicazione dalle due associazioni imprenditoriali che diffidavano le parti impegnate nella trattativa per il rinnovo contrattuale dall’adozione di qualsiasi determinazione inerente il comparto ristorazione collettiva, con la richiesta di costituire un tavolo negoziale specifico.
“Abbiamo purtroppo a che fare – hanno affermato, Paolo Tempini (segretario generale Fisascat Cisl Brescia), Gaetano Ercolano (componente di Segreteria Filcams Brescia) e Roberto Politano (segretario generale Uiltucs Brescia) – con imprese che si dimostrano irresponsabili e sconsiderate nei confronti dei loro dipendenti”. Una mossa intimidatoria e strumentale quella di Anir e Angem che l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori ha denunciato con determinazione. “Il percorso avviato da tempo sui temi riguardanti la sfera normativa, la classificazione del personale e gli incrementi salariali – hanno ribadito i sindacalisti in assemblea – rischia di subire ulteriori rallentamenti a causa di una presa di posizione di alcune delle imprese del settore che puntano a differire ancora nel tempo gli aumenti salariali richiesti”.
Un comportamento che Filcams, Fisascat e Uiltucs ritengono offensivo nei confronti di lavoratrici e lavoratori, in un contesto economico ancora fortemente compromesso dall’impennata inflattiva degli scorsi anni e dal conseguente aumento del costo della vita. “Il contratto è scaduto da tre anni – hanno concluso i rappresentanti sindacali – eppure le imprese della Ristorazione Collettiva associate ad Anir e Angem si permettono di minacciare chi vuole arrivare ad un rinnovo in grado di garantire condizioni salariali dignitose alle lavoratrici e ai lavoratori del settore”.
Lo sciopero di martedì 4 giugno si inserisce in un percorso avviato con la dichiarazione dello stato di agitazione e il blocco di qualsiasi forma di flessibilità, oltre alla denuncia a tutte le committenze pubbliche e private.
Nel Bresciano le lavoratrici e i lavoratori interessati dallo sciopero sono occupati in una ventina di imprese sul territorio: Authentica Spa – Eurotourist New Spa- Dussmann Service Srl – Serenissima Spa – Euroristorazione – Siristora Global Service – Vivenda Spa – Compass Group Italia Spa – Gruppo Elior – Genesi Srl – Pedevilla Spa – Sodexo Italia Spa – Italcatering Srl – Felsinea Ristorazione Srl – Ser Car Ristorazione Collettiva Spa – Sir Sistemi italiani di ristorazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *